Prenotare un consulto

Per contattarci, per favore, compilate il seguente formulario

  • Tipo Famiglia




  • Voglio essere un uovo / utero donatore

×

Ti contatteremo presto

×

Blog

Aborti spontanei in maternità surrogata

Aborti spontanei in maternità surrogata

Ogni gravidanza presuppone sempre un rischio, e la gravidanza in maternità surrogata non fa eccezione. Qualche volta, nonostante il lavoro della clinica di riproduzione assistita sia impeccabile, si verificano delle circostanze che possono causare un aborto, specialmente nelle prime 14 settimane. C’è qualche modo di minimizzare questo rischio?

Cosa fare in caso di un trasferimento negativo?

Cosa fare in caso di un trasferimento negativo?

Prima di tutto non disperarsi. La maternità surrogata è normalmente un processo lungo ed il primo tentativo fallito non significa che non verrà mai raggiunto l’esito desiderato.  L’importante è rimanere positivi e seguire alcune raccomandazioni basiche.

Riflessione sulla maternità surrogata e opinione pubblica

Riflessione sulla maternità surrogata e opinione pubblica

Recentemente sui mezzi di comunicazione sono apparsi molti reportage su casi di maternità surrogata, tra questi anche uno riguardante il Congresso dei Deputati  che ha discusso questa settimana la regolamentazione in materia. Questi casi aiutano a mettere in evidenza la tecnica di riproduzione assistita, anche se è necessaria una migliore conoscenza  per non essere presi dal panico ed evitare la disinformazione.

Il 80% dei processi della maternità surrogata sono delle coppie eterosessuali

Oggi vi vogliamo parlare di una delle tante leggende metropolitane sulla pratica dell’utero in affitto. Quando si parla di questo tema in pubblico, la gente di solito relaziona la maternità surrogata con l’omosessualità. Infatti le persone tendono a pensare che si tratti di una tecnica di riproduzione assistita destinata quasi esclusivamente a questo collettivo. La verità è che le cifre smentiscono chiaramente questa credenza...