MATERNITÀ SURROGATA

Maternità surrogata: cos´è e comme funziona in italia

Cos´è?

La maternità surrogata, surrogazione di maternità o gestazione per altri é la pratica nella quale una donna porta in grembo un bambino, previo un accordo o un patto, secondo il quale quest’ultima deve cedere tutti i diritti sul nascituro alla persona o alle persone che ne assumeranno la paternità o maternità. In altre parole, il bebè viene cresciuto nel ventre di un’altra donna.

Esistono diversi tipi de surrogazione, seconda della relazione genetica che la madre surrogata mantiene con il bebè: tradizionale o gestazionale, è seconda invece del corrispectivo economico: commerciale o altruistica. Per più informazione potete consultare qui

che cos´è la maternità surrogata?

Come funziona in italia. É legale?

maternità surrogata in italia é legale

La maternità surrogata è vietata in Italia, nonostante ciò si permette l’iscrizione nel Registro Civile dei bambini nati come frutto di questa tecnica, sempre che quest’ultima sia stata realizzata in Paesi dove è legale. Per questo, per portare a termine questa tecnica, molti italiani devono rivolgersi ad altri Paesi nei quali è legalmente permessa.
Nonostante ciò, sono davvero molti gli italiani che per realizzare un processo di surrogazione si rivolgono a quei Paesi dove attualmente è legale.
LifeBridge Agency è specializzata nei processi di surrogazione. Possiamo contare inoltre su cliniche FIV di proprietà in Russia, il che ci permette di offrire un servizio più veloce e completo.

Perché ha aumentato tanto la gestazione per altri in Italia?

Tra le tante ragioni, l’aumento della mateternità surrogata in italia, oltre a spiegarsi con il desiderio di avere bambini da parte di persone con problemi di fertilità, è anche dovuto ad una diminuzione del 60% delle adozioni da altri Paesi nell’ultimo triennio. La caduta delle adozioni è stata tale che negli ultimi dieci anni le adozioni internazionali hanno registrato un crollo dell’85%.
Tra i motivi principali che spiegano questo decremento troviamo i requisiti molto severi che vengono richiesti al momento di portare a termine un’adozione internazionale. Per questo, molti modelli di famiglia optano per l´utero in affitto. Nonostante si tratti di un processo ancora illegale in alcuni Paesi, è comunque un’alternativa che può risultare completa e che necessita dell’imprescindibile appoggio di diverse figure professionali che aiutano e accompagnano le coppie in tutto il processo di gestazione per altri
Per questo, una volta presa la decisione di avere un bebè tramite un programma di surrogazione di maternità è molto importante conoscere in maniera approfondita una serie di fattori e contare sull’appoggio di un’agenzia di fiducia e con esperienza dimostrabile in questo settore. 

Surrogazione di maternità: Concetti utili 

Prima di continuare, è molto importante chiarire alcuni concetti che si utilizzano molto in questa tecnica di riproduzione assistita:
1. Genitori d’intenzione o genitori intenzionali: coloro che desiderano avere bambini 
però non possono; sono i futuri genitori del bebè.
2. Madre gestante o madre surrogata: la donna che si offre per surrogare o di ospitare 
la gravidanza. Il bebè sarà infatti ospitato nel suo utero.
3. Gameti: ovuli e spermatozoi
4. Parentela: è la relazione giuridica che si instaura tra genitori e figli e dalla quale derivano una serie di diritti e doveri, come per esempio:
• Cognomi
• Nazionalità e cittadinanza
Il legame di parentela di determina per iscrizione di quest’ultima al Registro Civile o 
per sentenza giudiziaria.
5. Inseminazione artificiale: consiste nel collocare nell’utero gli spermatozoi che vengono selezionati dal campione. Gli spermatozoi possono essere della coppia (Inseminazione Artificiale Coniugale o IAC) o provenienti da una banca del seme 
(Inseminazione Artificiale con Donatore o IAD).
6. Fecondazione in vitro o FIV: è una tecnica di laboratorio che permette di fecondare un ovulo con uno spermatozoo fuori dall’utero.
Esistono 4 tipi di FIV:
• FIV con ovuli propri e seme della coppia
• FIV con ovuli propri e seme del donatore
• FIV con ovuli della donatrice e seme della coppia
• FIV con ovuli della donatrice e seme del donatore
7. Tecniche di riproduzione assistita: insieme di tecniche e trattamenti medici che facilitano l’insorgere della gravidanza quando non è possibile in modo naturale in quanto ci sono problemi di fertilità.
Tipi di tecniche di riproduzione assistita:
• Inseminazione Artificiale (IA)
• Fecondazione in vitro (FIV)
• Diagnosi Genetica Preimpianto (DGP): si selezionano gli embrioni 
geneticamente sani per trasferirli posteriormente nell’utero della donna
• Gestazione per altri
8. Donatore: la persona che fornisce, in maniera anonima e disinteressata, gli ovuli o gli spermatozoi affinché vengano utilizzati nelle tecniche di riproduzione assistita.
La gestazione per sostituzione è un tema che attualmente sta generando molte discussioni, producendo a sua volta molti argomenti che sono a favore e contro questa tecnica di riproduzione assistita.

Maternità surrogata costi

Il prezzo varia a seconda di:

  • Il Paese di destinazione: ci sono destinazioni che sono più care a causa dei costi di manutenzione, controlli medici, spese per possibili imprevisti, onorario della madre surrogata, spese per il trattamento FIV, numero di bonifici realizzati (illimitati o no),
  • assicurazioni mediche, spese legali, viaggi, spostamenti della madre surrogata, alloggio, ecc.
  • La situazione personale di ogni cliente: il prezzo della surrogazione di maternità infatti non è lo stesso se si necessita di una donatrice di ovuli o di un donatore di sperma che apportino i propri ovuli o seme.
  • Onorario della agenzia 

Quali tipi di famiglia possono ricorrere alla gestazione per altri?

modelos de familia en gestacion subrogada

Possono ricorrere a questa tecnica qualsiasi tipo di famiglia, coppie eterosessuali come anche coppie gay, donne o uomini single.
In generale, affinché una coppia eterosessuale o una donna single possano optare per questa pratica, deve esistere un problema di infertilità che impedisca il naturale sviluppo della gravidanza, un problema di assenza di utero o altre malattie che impediscano il concepimento.
D’altra parte, per poter portare a termine un programma di surrogazione, bisogna rispettare le leggi che vigono in ogni Paese nel quale è legale la gravidanza surrogata, per citare alcuni esempi:
Negli Stati Uniti non è permesso in tutti gli stati, in alcuni, come New York, Arizona e Michigan, è proibita e addirittura considerata come un delitto penale.
Per questo, si raccomanda sempre, onde evitare problemi in seguito, di rivolgersi ad una agenzia specializzata in gestazione per altri, che in più offra anche una consulenza legale, i migliori specialisti in riproduzione assistita e assistenza durante tutto il programma di surrogazione. 

Contratto di maternità surrogata

Nel caso in cui si decida di contrattare i servizi di un’agenzia, ci si troverà di fronte a due modelli di contratto:

  • quello stipulato tra i futuri genitori e l’agenzia
  • quello stipulato tra i futuri genitori e la madre sostituta

Cosa includono i contratti?
I contratti sono documenti con validità legale nei quali vengono messi nero su bianco diversi punti:

  • Come comportarsi nel caso in cui sorgano inconvenienti o problemi durante il  programma, come per esempio il caso in cui i futuri genitori o la madre gestante non vogliano proseguire nel processo, o il caso in cui si produca un aborto, o ancora in caso di divorzio dei futuri genitori, ecc.
  • Impegno da entrambe le parti a compiere una serie di condizioni nel corso di tutto il processo di gestazione per altri: per citare alcuni esempi, nel caso dei futuri genitori riguarda la custodia del neonato nato dalla gestazione surrogata e, nel caso della gestante, si tratta di seguire le indicazioni del medico e di non mettere in pericolo la sua salute con attività ritenute pericolose.
  • Retribuzione economica della donna che porterà in grembo il bebè e compensazione di tutte le spese derivanti dalla gravidanza
  • Onorario dell’agenzia
LifeBridge Agency offre servizi di assistenza legale in modo da garantire che tutti i contratti firmati siano legali e siano stati previamente rivisti da avvocati specializzati in surrogazione.
Un altro aspetto importante da tenere in considerazione è che le clausole che si stabiliscono nei contratti dipenderanno dal Paese di destinazione scelto, in quanto ogni Paese possiede la sua propria normativa.


Quali fattori legali entrano in gioco dopo la nascita del bambino nato dalla
surrogazione?

Purtroppo, la necessità di un avvocato non si esaurisce con l’iscrizione del neonato, dato che i suoi servizi ci possono essere utili per il congedo di maternità o paternità, per ottenere il numero di previdenza sociale del bebè o ottenere sussidi per i figli. Non trattandosi di una tecnica di riproduzione assistita legale in Italia, a volte può essere complicato avere la piena equiparazione dei diritti e bisogna rivolgersi ad un avvocato specializzato in surrogazione per risolvere questa ingiustizia.

Argomenti a favore della gestazione per altri

Il principale argomento a favore della surrogazione, ed anche il più conosciuto, è che questa pratica si realizza solo con il consenso di entrambe le parti; nessuna delle parti è obbligata a fare qualcosa che non voglia. Dall’altra parte, non esiste nessuno studio che dimostri che la madre surrogata abbia il famoso vincolo madre-figlio.
Ma la cosa più importante, e che non può essere trascurata, è che nella maggior parte dei casi le persone che ricorrono alla surrogazione lo fanno perché non possono avere figli per problemi di fertilità, di salute o di qualsiasi altro tipo. In più, è sempre più diffusa anche tra le coppie omosessuali che, se non fosse per questa pratica, non potrebbero avere figli geneticamente propri (anche se solo di uno di loro).
Ci sono molti difensori della surrogazione che considerano questa tecnica come un vero e proprio atto di solidarietà e come un regalo a tutte quelle persone che non possono avere figli.

Miti e verità sulla gestazione per altri

Miti e verità sulla maternità surrogata
1°- MITO: Molti credono che la gestazione per altri è una maniera semplice di diventare genitori.
A questa pratica infatti si rivolgono famosi e gente ricca per evitare i cambiamenti ed i
problemi connessi ad una gravidanza e ad un parto, mantenere la forma fisica e non dover rinunciare al proprio stile di vita per 9 mesi.
La realtà: la gestazione per sostituzione è un processo complicato. Tra i processi che
vengono realizzati per concepire, c’è anche la stimolazione ovarica della futura madre, una pratica invasiva che può avere differenti effetti sull’organismo. Per questo non è una decisioneche può essere presa alla leggera, e soprattutto solo per voler mantenere la forma perfetta o per avere più tempo libero.
Ai servizi offerti da una madre surrogata ci si rivolge nel caso in cui sia impossibile concepire in maniera naturale. Nella società nella quale viviamo oggi succede sempre più spesso che le donne vogliano avere dei figli in età più matura, molte a partire dai 40 anni. È proprio in questa fascia di età che possono sorgere problemi nel concepimento, nella gestazione o in entrambi i casi.
La surrogazione di maternità è una tecnica di riproduzione assistita perfetta per tutte le persone che soffrono di problemi d’infertilità o nel concepimento, sia che si tratti di coppie eterosessuali, che di donne single, uomini single o coppie omosessuali.
2°- MITO: Nel programma di surrogazione si può utilizzare l’ovulo della madre
gestante al posto di un ovulo di una donatrice o della madre biologica.
La realtà: Questo tipo di tecnica di riproduzione assistita, chiamata surrogazione tradizionale era comune agli inizi di questa pratica, attualmente però è stata abbandonata in quanto i futuri genitori preferiscono che la madre surrogata non sia la madre biologica del bambino, e che quindi non trasferisca al futuro bambino i suoi geni. La pratica più estesa e che viene principalmente realizzata oggi è la maternità surrogata gestazionale, nella quale è la futura madre che apporta i suoi ovuli e, nel caso non abbia ovuli suoi o questi siano di bassa qualità, possono rivolgersi ad una donatrice. Quello che si richiede alla surrogazione gestazionale è che il bambino abbia la genetica dei suoi futuri genitori.
3° - MITO: Si può evitare il processo di surrogazione adottando un bambino.
La realtà: Nel caso di quei genitori o futuri genitori che non possono avere dei figli per qualsiasi motivo, esistono due opzioni per diventare genitori: l’adozione o la maternità surrogata. La differenza tra questi due processi è che con l’adozione il bambino, o la bambina, adottato non avrà ovviamente i geni dei genitori che lo adottano mentre con la gestazione per altri questo è possibile. D’altra parte, in alcuni casi, come per esempio nei matrimoni omosessuali, l’adozione è molto complicata e le opzioni per diventare genitori si riducono praticamente ad una sola: la surrogazione di maternità. In ultimo, bisogna tenere in conto che l’adozione è un processo molto esigente e duraturo, il che fa sì che diversi modelli di famiglia optino per la gestazione surrogata come via alternativa.
4° - MITO: Se tutte le analisi della donna sono buone e quest’ultima possiede cellule
riproduttive però la sua età non le permette di essere madre, dovrà accettarlo e riconoscere che ormai non potrà più esserlo.
La realtà: Anticamente l’età poteva essere un problema, ma attualmente, grazie agli sviluppi delle tecniche di riproduzione assistita, è possibile che donne di 50 anni diventino madri, grazie proprio alla gestazione per altri. L’unico aspetto necessario è che il corpo della madre produca almeno un ovulo sano. Un’altra possibilità è quella di ricorrere alla crioconservazione del materiale riproduttivo attuale, sia per gli uomini che per le donne.
5° - MITO: È un rischio per la salute della donna e del bambino avere un figlio dopo i
quarant’anni.
La realtà: Anche se in parte l’affermazione potrebbe essere corretta, grazie ai progressi medici, esistono molti metodi di diagnosi prenatale che permettono di determinare con anticipo il codice genetico del bambino e scoprire eventuali patologie.
6° - MITO: I bambini nati dalla surrogazione di maternità e quelli concepiti con l’aiuto della
fecondazione in vitro sono diversi dai bambini concepiti e nati in maniera convenzionale.
La realtà: Questi bambini non sono assolutamente diversi dai bambini concepiti in maniera tradizionale. Esistono dei controlli molto rigidi, da parte dei medici, che permettono di controllare tutta la gravidanza ed evitare possibili rischi.

Se LEI vuole, può visitare altre pagine dove avrà più informazione sui nostri programmi:


Programma e pacchetti:
Russia-Canada
Canada
Russia
Stati Uniti – Idaho
Stati Uniti – Nevada
Stati Uniti - California



russia-canada-it.jpg

russia-usa-it.jpg