MATERNITÀ SURROGATA COMMERCIALE

Maternità surrogata Commerciale

La surrogazione commerciale implica che la madre in affitto si offra di essere gestante in cambio di un compenso economico. Questa contrattazione di solito avviene tramite un’agenzia di gestazione surrogata specializzata. Il presupposto sarà l’uno o l’altro a seconda del contratto negoziato.

maternità surrogata commerciale

Nonostante tutte le discussioni e le numerose critiche contro la maternità surrogata, esistono molti motivi importanti che giustificano questa pratica. I problemi di infertilità, i coti elevati e il lungo processo di adozione, sono alcuni dei motivi che spingono molte coppie a ricorrere alla gestazione surrogata per poter rendere realtà il loro sogno di essere genitori.

Per difendere la surrogazione commerciale si argomenta che una donna è libera di offrire i propri servizi di madre gestante in cambio di una retribuzione. Attualmente la gestazione surrogata commerciale è legale senza restrizioni in Georgia, Israele, Ucraina, Russia e alcuni stati degli Stati Uniti.

In Europa è espressamente vietata in Austria, Bulgaria, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Malta, Norvegia, Spagna e Svezia.

Nel contratto di gestazione surrogata di carattere commerciale si stabiliscono le obbligazioni e i diritti della madre surrogata e degli aspiranti genitori.

Obbligazioni per la madre surrogata

1) Permettere di venire inseminata artificialmente con lo sperma del padre biologico

2) Portare in grembo il feto fino alla nascita del bebè

3) Rinunciare ai diritti sul figlio in favore del padre biologico e di sua moglie

Obbligazioni per gli aspiranti genitori

1) Pagare tutte le spese mediche e legali derivanti dalla gravidanza

2) Assumersi la responsabilità della custodia del neonato

3) Come regola generale, pagare alla madre un compenso





russia-canada-it.jpg